Difesa personale

Accademia -> Discipline dell’Arcipelago -> Difesa personale

 

Arcipelago Sistema Integrato Autodifesa

Il progetto A.S.I.A. acronimo di Arcipelago Sistema Integrato Autodifesa è dedicato alla sicurezza personale e diritto alla sopravvivenza.

 

 

Il background personale e lavorativo unito alla trentennale esperienza degli autori nel settore delle arti marziali e sistemi da combattimento di vario genere, ha permesso di creare l’Arcipelago Sistema Integrato Autodifesa, un metodo didattico innovativo capace di formare in un tempo relativamente breve le competenze necessarie per applicare le giuste tecniche di autodifesa psichica o fisica nelle diverse modalità di aggressione, dando risposta alle seguenti domande:

  • è possibile percepire in anticipo una situazione pericolosa?
  • è possibile gestire una situazione pericolosa?
  • come sviluppare tali capacità?
  • come difendersi da una violenza in atto?

Un’ efficace azione di autodifesa è in buona parte preventiva, con la dovuta attenzione e un minimo di conoscenza della materia (etologia umana) si possono evitare o controllare senza grossi problemi eventuali situazioni spiacevoli, ma nel malaugurato caso di uno scontro obbligato, dove la propria sopravvivenza è in pericolo, è necessaria una preparazione specifica che varierà a seconda del vissuto della persona.
Approfondire la conoscenza di noi stessi, essere consapevoli delle proprie capacità e caratteristiche fisiche, emotive e mentali diventa imprescindibile se non si vuol cadere in amare sorprese che possono divenire estremamente pericolose in caso di reale pericolo.

 

Articolazione del corso A.S.I.A.

Arcipelago Sistema Integrato Autodifesa

Il metodo didattico è stato concepito con l’obbiettivo di formare in un tempo relativamente breve le competenze necessarie per applicare le giuste tecniche di autodifesa psichica o fisica nelle diverse modalità di aggressione.

Partendo da reazione istintive e da semplici schemi naturali di movimento ai quali gradatamente si aggiungono particolari tecnici atti a rendere l’azione difensiva efficace.
Il corso si compone di due parti, una parte teorica tesa a sviluppare la consapevolezza su più fronti, dal comportamento istintivo alle caratteristiche delle diverse modalità di aggressione e una parte esperenziale in cui mettere in pratica le specifiche tecniche di autodifesa.
Di seguito il programma del corso:

Comprendere l’aggressività, la violenza, la paura.

  • Dal punto di vista neuro – fisiologico
  • Dal punto di vista etologico (modalità di comportamento della nostra specie nel contesto specifico)

Elementi di diritto penale

  • Difesa legittima
  • Responsabilità civile e penale

Aspetti strategici e tattici

  • Analisi del territorio
  • Analisi personale
  • Analisi dell’antagonista
  • Utilizzo del linguaggio corporeo, verbale e para verbale.

Allenamento pratico

  • Le armi naturali – quali sono e come usarle.
  • Le armi occasionali – bastone da passeggio, borsa, penna, ombrello, giornale, chiavi, bancomat
  • I bersagli del corpo – dove e come intervenire con azioni difensive
  • Le guardie nascoste – posture da adottare in situazioni critiche.
  • Evasioni – evitare le prese e schivare i colpi attraverso movimenti specifici del corpo
  • Cadute – imparare a cadere compiendo contemporaneamente un azione di autodifesa
  • Leve articolari – azione difensiva in cui si forza un articolazione oltre il suo limite naturale.
  • Strangolamento – e relativa tecnica di soccorso.
  • Squilibri e proiezioni – consiste in tecniche atte a squilibrare o far cadere l’aggressore al suolo.
  • Allenamento emozionale – controllo e gestione
  • Le stagioni – allenamento delle diverse situazioni e possibilità dovute al clima, aspetto che influisce in maniera determinante nel modus operandi:  vestiario (invernale, estivo..), terreno (secco, bagnato..) ecc..

Tecniche di liberazione da:

  • ◦Presa al polso nelle varie direzioni
  • ◦Presa/strangolamento al collo
  • ◦Prese ai capelli anteriore e posteriore
  • ◦Presa al corpo anteriore e posteriore
  • ◦Prese e strangolamenti da posizione supina (usate nei tentativi di stupro)

Giochi di ruolo

Attività di gruppo dove vengono simulate le caratteristiche situazioni aggressive e le relative difese.

 

Accademia -> Discipline -> ASIAutodifesa